martedì 29 ottobre 2013

Quando uno dice free kiss e un altro capisce Friskies


Sono diventata quel genere di persona che alle scale mobili continua a camminare e s'incazza se non trova libera la parte sinistra.
Ok che siete turisti, ma io no. Ho degli orari e sono sempre in ritardo e voi dovete spostarvi.
Sono diventata quel genere di persona che corre e cammina e mentre fa entrambe le cose scrive sms e parla al telefono.
Però, sono felice.
Di una felicità che non riesco a spiegare e che probabilmente non traspare neanche da questo blog.
Non so perché ma qui non mi viene mai voglia di scrivere le cose divertenti che mi capitano. Sarà che è l'unico spazio dove mi concedo ancora di essere me stessa, senza filtri e senza maschere.
Oggi era in metro e sorridevo da sola, a me stessa.
Ci pensi che ci vivi in questa città? Ti ricordi tutte le volte che l'hai sognato? Ti ricordi quand'eri bambina e dicevi che volevi vivere a Roma?
Ecco, ci sei riuscita.
Anche se a casa mi parlano napoletano, faccio ripetizioni a un bambino che non sa una parola d'italiano neanche per sbaglio (e parla napoletano), anche se quando segna il Napoli dalla strada si sente la gente urlare fortissimo, anche se molti indizi direbbero che stai in Campania, in realtà vivi a Roma. Davvero.
Mi piace ascoltare la gente e sui mezzi sono talmente tante le storie che s'intrecciano e vivono davanti i miei occhi che è difficile pure ignorarle.
Stamattina, per esempio, c'era uno a telefono che si disperava perché la moglie doveva farlo uscire proprio venerdì che "gioca aa Roma!".
Poi, Roma è folle e gigante e caotica e poetica e commovente.
E ci sto perdendo un sacco di sonno.
Ogni volta che metto il pigiama e decido di andare a dormire, allora, le coinquiline pensano bene che sarebbe il caso di uscire.
E io che faccio, resto a casa? Ma sei a Roma!
Allora, mi rivesto e ricomincia tutto da capo.
L'altra sera a Campo dei fiori, si avvicina uno che continuava a dire "Free kiss". Una delle due coinquiline mi guarda e fa: "Friskies?!? E che vor dì?".
Questo ci riguarda e se ne esce con un: "italiane? Siete sempre le più belle".
Se lo dici tu.
Sempre la stessa sera, sempre a Campo dei Fiori, un americano s'avvicina e mi prende quasi in braccio, con la sua faccia a un cm dalla mia, mi chiede un bacio.
"One kiss?"
Rispondo di no e sposto la faccia. Questo mi rimette per terra e se ne va.
Che dico: turisti in vacanza a Roma, dovete occuparmi le scale, intralciare la strada e per di più fare i molesti fino a questi livelli?
A parte tutto volevo dirvi che il cielo è sempre bello e che ancora non c'è nessuno con cui condividerlo.
E volevo dirvi che qui fa sempre caldo ma io un po' d'autunno, quello vero, lo desidero un sacco.
Però, sono felice anche se ti dicono "free kiss" e tu capisci "Friskies".
Sono felice.

17 commenti:

  1. quanta bella felicità traspare da queste parole :) rivedo me in quel che scrivi, nella felicità di essere esattamente dove sognavi di essere. nella gioia di lasciarsi riempire il cuore della vita intorno a te. E' stata una boccata d'ossigeno questo post.
    Anzi, come direbbe la mia amatissima Elisa, "A shower of pure joy" :)
    Un bacetto..romana! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che vi abbia trasmesso felicità.
      Era quello l'intento.
      Un bacio a te.

      Elimina
  2. Roma non fa la stupida staseraaaa :)
    Adoro questa città, nonostante tutto. Nonostante gli scazzi dovuti al traffico sulle consolari la mattina alle 7 e mezzo e gli scioperi Atac. E poi romani, quanto so' belli i romani? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto so' belli?
      Eh?
      Quanto?
      Pfffff!

      Elimina
  3. Felice di saperti felice :)
    Io sono invece in terra straniera...a Londra. Qui lasciano sempreeee la sinistra libera sulle scale mobili, e la gente non fa altro che correre correre correre...e come ti capisco quando ti ritovi a pensare : "Ma ti rendi conto che io adesso vivo qui?", io penso lo stesso,ed è proprio in quel momento , che anche se la giornata è stata stancante, anche se come sempre ha piovuto , anche se ancora non ti sei ambientata del tutto, ... ti spunta un sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Londra è la mia seconda meta. Ma prima o poi.. mai dire mai! :)

      Elimina
  4. ma da 1 a 10 quanto mi piace sentire una che si definisce F E L I C E?!
    voto 111!!!

    RispondiElimina
  5. Mi piace leggere post che profumano di felicità!

    RispondiElimina
  6. E poi Roma, in questo periodo dell'anno, ha un valore aggiunto che nessun altra città riesce ad avere... goditela come stai facendo, con tutta la felicità che meriti! :)

    RispondiElimina
  7. Quel sorriso, quella felicità...come li conosco e ri-conosco bene! Roma è magica, ti prende dritta al cuore e una volta che ti innamori di lei, lo rimarrai per sempre.
    Con un pizzico di invidia e nostalgia per la mia vita romana, di un altro tempo e un'altra dimensione.
    Un abbraccio Emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello che sei tornata! Come stai Bì?

      Elimina
  8. a me pare che si capisca eccome che sei felice!

    RispondiElimina