mercoledì 16 ottobre 2013

Roma con amore


Io e Roma ci stiamo corteggiando in un modo un po' strano.
Tipo, io faccio la parte della stronza, di quella che la sfida di continuo e cambia direzione, metro, autobus, strade. Come a dire "mollami un po' e fammi perdere una volta".
Lei, invece, mi mostra imperterrita il lato migliore come quelli che ai primi appuntamenti ti aprono la portiera della macchina e ti dicono che sei bellissima, anche se non lo sei.
E quindi, io esco in ritardo e lei mi fa trovare l'autobus sotto casa, io giro a destra piuttosto che a sinistra e trovo lo stesso quello che cercavo.
E poi ride, cioè Roma ride. Ma tanto, eh.
E si fa un sacco di discorsi addosso: i ritardi dell'autobus, i ragazzini che non vanno a scuola e alle 12 sono tutti in giro con l' eastpack in spalla, la Roma, non ci sono più le stagioni di una volta, il capitano, la partita, la crisi, ci siamo lasciati e poi ripresi, la Polverini, Zingaretti, la pizza bianca al metro, No tav, Lampedusa, i fuori sede che sono come gli emigrati e gli emigrati che sono come i fuori sede, ci vieni in assemblea?, zio ci regala il biglietto per l'Iran, devi mangiare sano, stasera ceniamo da mia sorella.
Che io potrei stare per dei giorni in silenzio ad ascoltarla, senza dire una parola, senza annoiarmi mai, senza mai sentirmi davvero sola.
Roma mi continua a regalare storie e le vedo come piccoli doni di benvenuto.
Non c'è una cosa in questa città che non mi parli di vita che pulsa. 
Poi, in realtà non conosco moltissima gente e passo il tempo a leggere e a scrivere sulla moleskine. Non per sembrare stronza ma perché mi pare il modo migliore per impiegare i tempi morti.
Mi manca un po' la sicurezza di casa, gli abbracci degli amici, qualcuno a cui poter dire "guarda quant'è bello il cielo oggi" ma è una cosa che riesce a passare. 
E non è così complicato immaginarsi una vita qui. 
Anche da sola, anche in silenzio solo in sua compagnia e delle storie che circolano e che mi fanno sentire bene.

9 commenti:

  1. leggendo di Roma ho visto me appena arrivata a Milano. la nostra storia d'amore cominciò 6 anni fa e tutt'ora è un amore forte, stabile, duraturo.
    Roma poi è splendida e piano piano la farai tua e avrai chi ti dirà "guarda com'è bello il cielo oggi".
    In bocca al lupo per la tua nuova vita romana :)

    RispondiElimina
  2. Sì, Roma è esattamente così. Mi rivedo dieci anni fa, appena arrivata. E anche l'anno scorso, quando ci sono tornata dopo averla lasciata per Torino. C'è un'aria che è solo lì. E voci che sono solo lì. E crisi di astinenza che solo lei riesce a scatenare. :°)

    RispondiElimina
  3. Roma. Una città CARICA. Storia antica, leggende, emozionanti panorami, ritardi, proteste, persone...c'è di tutto! E' indubbiamente meravigliosa, non so se riuscirei a sopportare tutto questo "carico"...se tu lo fai sei speciale come lei, tesoro!
    Bacio

    RispondiElimina
  4. Ma allora ti sei trasferita!
    Tieni calda l'aria per me che ne ho bisogno. E goditi la solitudine, perché ora c'è quella ed è meglio approfittarsene. Quasi quasi vado a farmi un giro fuori anche io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma passi da queste parti?
      E spero che me lo farai sapere.. :)

      Elimina
    2. Eya, abbiamo una riunione familiare l'1 novembre e già che ci siamo io e Delfino facciamo il trasloco. Ma forse torni a casa per le vacanze pure tu!

      Elimina
    3. No, l'1 Novembre sto ancora qua.
      Chi mi schioda.

      Elimina
  5. Pff voglio venire anche io!!! ç_ç

    RispondiElimina
  6. Anche tu a Roma? Anch'io mi sono appena trasferita, e Roma non è così buona con me: mi fa perdere e come...

    http://bionicgirl94.blogspot.it/

    RispondiElimina