domenica 7 aprile 2013

Non ho voglia


Svegliarsi la mattina e non avere voglia.
Di uscire da sotto le coperte, per esempio. Che ho la pessima abitudine di dormire mezza nuda e la mattina svegliarsi è un trauma doppio.
Non ho voglia di questo sole al mattino che il pomeriggio sparisce per lasciare posto alle nuvole e al cielo grigio e triste.
Mi sono stancata di leggere notizie sul Papa, su quanto è bravo e buono anche quando fa colazione. Ma veramente abbiamo bisogno di vedere uno mentre fa colazione? Il prossimo passo è fotografarlo al cesso. Magari è umile anche mentre fa pipì.
Non ho voglia di leggere di Grillo e delle gita fuori porta. Porca troia, dateci un governo o andiamo ad elezioni, ma decidetevi in fretta perché mentre voi fate la Pasquetta, in ritardo, il paese collassa. 
Non ho voglia di discutere, di pregare la gente, di capirla quando si cela dietro le frasi a metà, di giustificare.
Non giustifico nessuno e quando una cosa mi sta sul culo la devo dire, altrimenti impazzisco. Urlo, grido e mi accendo subito ma mi passa veloce e dopo un secondo sono lì che scherzo come se nulla fosse. Ma mi dovete fare urlare perché se non faccio così, non mi passa mai.
Non ho voglia di fare quella sicura. Non lo sono e non lo sono mai stata. Se lo fossi stata non avrei mai passato così tante ore chiusa in un bagno. 
Non ho voglia d'immaginare quello che tu stai facendo quando il tuo nome è nella bocca di qualcuno. Odio il mio stomaco che fa i salti e la mente che mi fa ricordare i tuoi occhi. 
Poi chi lo sa se capita anche a te di sentire il mio nome e di non sopportarlo. Immagino la tua faccia indifferente se qualcuno ti parla di me, ti vedo mentre passi avanti veloce o cambi discorso.
Tipo: "Emme, emme chi?"
Non sopporto tutti questi pensieri che ruotano a quello che fai e che farai. Chi sei tu? 
Non tollero il mio sorriso quando mi cerchi perché  tutto passa in quel momento, ma poi penso che arrivi e sparisci quando vuoi tu, sei tu a comandare il gioco e io semplice spettatrice. 
E non vedo l'ora in cui tutto questo finirà. Tutto passa, anche tu. E io aspetto quand'è il tuo momento di passare.
Non ho voglia di pensare a un viaggio da sola: trovare un b&b, organizzare gli spostamenti, controllare il meteo, ricordare di chiamare gli amici per passare a salutarli, preparare la valigia. Ritrovarmi a Roma, per l'ennesima volta solo di sfuggita. Vederla, amarla e salutarla. Voglio fare una valigia e non disfarla più.
Non ho voglia di fare shopping se prima non perdo almeno 8 kg. Ma non ho nessuna intenzione di riprendere la dieta, nè di andare in palestra, nè di tornare a vomitare, nè di fare la fame. Ditemi voi come si esce da questa cosa perché io non lo so.
Soprattutto, odio H&M. Ora, non è che perché tutti gli hipster fighi si vestono lì e allora "Uuuuh che bello H&M". Un cazzo. Piuttosto non mi vesto.
Non sopporto questi sbalzi d'umore continui. Passiamo da "la vita è bella e io la amo" a "nonC'HoVogliaDiFareNullaLasciatemiMorireSulLettoGrazie". 

Io lo so che ho un carattere di merda, che sembra non me ne freghi nulla (e per certi versi è così) e sembro la più acida e fredda del mondo universo. Ma no. Io ho bisogno di abbracci e di certezze.

Di mani che mi stringono e m'inondino di calore. 
Di pomeriggi di relax su un divano con tutte le schifezze trovate al supermercato. 
Ho bisogno di darmi degli obiettivi sapendo che posso raggiungerli. 

Devo fare ordine nella mia testa e nella mia vita. Il problema è che non c'ho voglia.





7 commenti:

  1. Emme, noi siamo spaventosamente uguali...ho letto quello che hai scritto con gli occhi sgranati: sicura che non l'abbia scritto io?gli sbalzi di umore, il bisogno di urlare che poi però se urlo mi passa...il carattere di merda. Lo dico sempre, io, che ho un carattere di merda, peccato che sono la sola a pensarlo, non è che siamo uguali anche in questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti dico di sì, ti metti tanta paura? :)

      Elimina
  2. Ecco, pure io mi aggrego al club 'gemelle separate alla nascita'. Soprattutto per il 'non c'ho voglia', che ora come ora è la frase che riassume meglio di tutte la mia condizione esistenziale. E che dovrei fare ordine ma non c'ho voglia. Prendere delle decisioni, smuovere qualcosa, e invece rimango ferma qui, perchè non c'ho voglia. Che se mi ci concentro su un po'meglio, mi do fastidio da sola, ma non riesco proprio a uscirne, da sta cosa.
    Insomma, come cavolo si fa a farsela venire, sta voglia??!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lo so come si fa, ma ci sto lavorando. Se trovo un trucco, vi butto un fischio.
      Mi sa che ci dobbiamo impegnare :)

      Elimina
  3. Mi piace come scrivi. Ma tanto, eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere. Ma tanto, eh.
      Ed è ricambiato!

      Elimina
  4. Evito di dirti tutte le cose di cui non ho voglia io, che per ferragosto sennò siamo sempre qua!

    RispondiElimina